Sport

Patti: Marco Giaimo giovane promessa del calcio italiano; segna il suo primo gol in serie D

Nell’ultima giornata del campionato di serie D, il Marsala è stato battuto dalla Cittanovese (Reggio Calabria) con il risultato di 1 a 3. Tra i marcatori della squadra calabrese, figura anche il pattese Marco Giaimo. Si tratta della prima rete nel campionato semi-professionistico (serie D) per il talentuoso giocatore siciliano, da tanti considerato, la giovane promessa del calcio italiano.

Nato a Patti il 16.01.2001, Marco entra in simbiosi col pallone alle età di 5 anni, quando nella nuova rinascita, ha iniziato a muovere i sui primi passi e a imparare i fondamentali del calcio. Dopo qualche anno, è passato con la pattese, dove ha avuto la fortuna di incontrare mister Nino Bonanno, che lo ha aiutato a crescere. Ma ad accorgersi delle sue potenzialità tecnico-tattiche,  è stato l’osservatore del Catania Nino Serraggi, tanto che lo ha portato prima nella città etnea, dove ha vissuto una breve parentesi; e dopo, alla Reggina dov’è attualmente tesserato. In ottica di ulteriore crescita sia mentale che professionale, quest’anno, è stato dato in prestito alla Cittanovese, squadra che milita nel campionato di serie D, cambiando persino ruolo: infatti, da terzino, è passato a 5° di centrocampo sulla fascia, spesso impiegato anche come esterno d’attacco, dove si è fatto subito notare.

E domenica scorsa contro il Marsala, è arrivato il suo primo gol in stagione, finalizzando un potente diagonale.

Sono in gran forma e sono felice dell’opportunità che mi sta dando il mister –dice Marco Giaimo-. Ogni volta che entro in campo, penso sempre a dare il massimo per me, per la squadra e soprattutto per la mia famiglia, che ha fatto e continua a fare tanti sacrifici per me. Ed anche se ormai sono abituato a stare fuori casa, mi manca tanto e, mi manca tutto di Patti, soprattutto perché ho lasciato tanti amici.

In questo campionato, il giovane pattese, sta temprando il proprio carattere che lo aiuterà a diventare ancora più maturo, per affrontare qualsiasi prova che la vita quotidiana e calcistica, gli riserverà.

Il gol a chi lo hai dedicato? Ho pensato subito ai miei nonni che purtroppo non ci sono più. Sono sicuro che sarebbero stati felicissimi di vedere segnare il mio primo goal in serie D.

Per Marco, il sogno più grande è quello di arrivare in serie A.

Come vedi il tuo futuro? Cerco di non pensarci tanto, ma di godermi il presente: in ogni momento. Ho tanta voglia di realizzare i miei sogni e, so che se farò bene, potrò togliermi qualche bella soddisfazione.

Gipa

Lascia un commento

shares